Eventi

METODI STATISTICI PER IL CONTROLLO QUALITÀ NELLO STAMPAGGIO AD INIEZIONE

Sviluppo di un approccio metodologico nell’efficace definizione e robusta pianificazione delle attività di Controllo Qualità anche alla relazione della tipologia di prodotto/commessa.

DESTINATARI

Personale di produzione, dell’area tecnica e dell’assicurazione qualità

PROGRAMMA DELL’ATTIVITÀ FORMATIVA

  1. Obiettivo del Controllo Qualità, definizione di errore e difetto
  2. Diagrammi di Flusso
  3. FMEA
  4. Piani di controllo
  5. Collaudo per campionamento
    • Definizione, scopo, tipologie, definizione AQL…
  6. Controllo statistico di processo
    • Definizione e scopo, carte di controllo, indici di capacità

Si ricorda che CESAP organizza tre corsi propedeutici alla comprensione dei difetti di stampaggio. I corsi sullo stampaggio sono di livello base, avanzato e pratico.



Condizioni di partecipazione e quota iscrizione

STAMPAGGIO A INIEZIONE: CORSO BASE

Corso base sulla tecnologia di stampaggio ad iniezione con approfondimento sulle principali variabili e componenti coinvolte nel processo (presse-ausiliari-materiali-documentazione tecnica) e prescrizioni sulla sicurezza sul posto di lavoro.

DESTINATARI

Tecnici da avviare alla conduzione delle presse, operatori addetti allo stampaggio.

PROGRAMMA DELL’ATTIVITÀ FORMATIVA

Primo giorno

  1. Cenni sulle tipologie di polimeri termoplastici (amorfi e semi-cristallini)
  2. tipologie di stampi a iniezione per termoplastici
  3. tipologie di presse, gruppo di chiusura e gruppo di iniezione
  4. Dimostrazioni pratiche a bordo macchina: procedura d’avviamento del ciclo produttivo, preparazione del materiale, impostazione dei paramenti macchina e predisposizione delle apparecchiature ausiliarie.

Secondo giorno

  1. descrizione del ciclo di stampaggio, con descrizione approfondita delle variabili di processo: volume di dosaggio, punto di commutazione, profili di temperatura nel cilindro, temperatura stampo, velocità d’iniezione e relativi profili, pressione e tempo di compattamento, raffreddamento;
  2. dimostrazioni pratiche a bordo macchina:
    • determinazione pratica dei parametri di processo descritti in aula;
    • analisi ed ottimizzazione dei parametri e della loro influenza per lo stampaggio in qualità di materiali termoplastici

 

Sono disponibili corsi di livello avanzato sulle difettosità di stampaggio, di controllo qualità avanzato sullo stampaggio ad iniezione e sui metodi statistici per la comprensione delle cause di difettosità connesse alle trasformazioni.

ORARI DEL CORSO

Dalle 9.00 alle 17.00.

Si precisa che i primi 10 minuti del corso saranno dedicati alla presentazione del corso, dei partecipanti e del Centro.



Condizioni di partecipazione e quota iscrizione

LA DOCUMENTAZIONE TECNICA NELLO STAMPAGGIO A INIEZIONE

Nozioni di base sull’ impianto di produzione e sulle modalità di scelta dello stesso, analisi cicli di produzione, delle variabili presenti e loro relazioni, indicazioni sulle modalità di scelta dell’impianto, sulle schede materiali-stampo.

DESTINATARI

Capi turno, capi reparto, operatori addetti allo stampaggio

PROGRAMMA DELL’ATTIVITÀ FORMATIVA

  1. La pressa a iniezione e descrizione dei suoi componenti
  2. fasi del ciclo di stampaggio
  3. analisi delle relazioni che legano tra loro le diverse variabili impostate
  4. valutazione dei dati riportati sulla scheda stampo e sulla scheda tecnica del materiale per una corretta impostazione dei parametri di processo
  5. scelta della macchina a iniezione in relazione al manufatto da produrre e allo stampo
  6. descrizione dei parametri che possono essere configurati su una macchina per lo stampaggio a iniezione e confronto con i valori effettivamente rilevati
  7. compilazione e aggiornamento della scheda di stampaggio e di quella relativa al collaudo stampo.

Al termine del corso è rilasciato un modello personalizzabile di scheda di stampaggio che può essere utilizzato nei reparti di produzione e negli uffici tecnici.
CESAP organizza corsi di diverso livello sullo stampaggio a iniezione per comprendere i fenomeni alla base del processo di trasformazione e ottenere manufatti esenti da difettosità.

 



Condizioni di partecipazione e quota iscrizione

Additivazione antifiamma e infiammabilità delle materie plastiche

Il corso si focalizza sul complesso tema dei materiali autoestinguenti e come si possono ottenere risultati migliori attraverso l’uso appropriato di particolari classi di additivi e di formulazioni, riferiti a specifiche famiglie di polimeri. Si approfondisce l’interpretazione della normativa di riferimento e dei metodi di valutazione dell’efficacia dell’additivo. Si descrivono i limiti nella lavorazione dei polimeri antifiamma e si tracciano le linee guida per la soluzione di problematiche di trasformazione.

DESTINATARI

Il corso è rivolto principalmente a tecnici operanti nel settore della compoundazione e della trasformazione dei polimeri antifiamma, in tutte le fasi della filiera produttiva: sviluppo prodotti, laboratori, assistenza tecnica, marketing e produzione.

PROGRAMMA DELL’ATTIVITÀ FORMATIVA

Primo giorno

  1. la combustione dei polimeri
  2. i meccanismi per il controllo della combustione
  3. le normative e prove per la valutazione dell’efficacia dei prodotti antifiamma
  4. gli additivi ritardanti di fiamma: classi di prodotti, esempi commerciali e criteri di scelta dell’additivo
  5. i polimeri a fiamma ritardata: tipi e qualità degli additivi utilizzabili
  6. gli effetti secondari: riduzione delle caratteristiche fisiche del materiale, difficoltà di lavorazione dei polimeri

 

Secondo giorno

  1. gli additivi soppressori di fumi
  2. i produttori di additivi antifiamma
  3. esempi pratici di applicazioni dei polimeri antifiamma
  4. le tecnologie di additivazione: problematiche di predispersione, di incorporazione in estrusore, utilizzo di masterbatches, ecc..
  5. stabilità termica e problematiche di trasformazione.
  6. discussione di casi di interesse generale preposti dai partecipanti.

CESAP propone corsi di carattere generale sui materiali e sulle prove di laboratorio; approfondisce studi di alcune famiglie di polimeri in corsi monografici.

ORARI DEL CORSO

Dalle 9.00 alle 17.00.
Si precisa che i primi 10 minuti del corso saranno dedicati alla presentazione del corso, dei partecipanti e di CESAP.

Condizioni di partecipazione e quota iscrizione

STAMPAGGIO A INIEZIONE – CORSO APPROFONDITO

Corso dedicato ai tecnici che già operano nello stampaggio ad iniezione, utile ad approfondire gli aspetti più complessi dello stampaggio ad iniezione.

Il corso si articola in 3 giornate che prevedono anche parti pratiche a bordo pressa.

DESTINATARI

Capi turno, capi reparto e operatori esperti addetti allo stampaggio

PROGRAMMA DELL’ATTIVITÀ FORMATIVA

Primo giorno

  1. Recall corso stampaggio base (nozioni importanti da sapere)
  2. gestione apparecchiature ausiliarie: la termoregolazione degli stampi, l’essicazione e la dosatura dei materiali termoplastici
  3. proprietà termiche, diagrammi PvT (importanza della velocità di raffreddamento, cristallinità): metodo per la definizione operativa delle variabili di stampaggio quali temperatura, contropressione, velocità di rotazione della vite, con particolare riferimento alla presenza di additivi, cariche e rinforzi che condizionano le variabili operative e la qualità finale dei manufatti.

Secondo giorno

  1. Tipologie di stampi per materiali termoplastici in funzione di uno stampaggio ottimale
  2. punti di iniezione: tipologie e effetti del loro posizionamento
  3. manutenzione ordinaria degli stampi per prevenire difettosità
  4. prove pratiche a bordo macchina: influenza delle variabili operative sul grado di cristallinità e sui ritiri; condizioni di stampaggio che possono indurre tensionamenti e metodi di laboratorio per individuarli.

Terzo giorno

  1. Principali difettosità di stampaggio, inquadramento dei problemi e rimedi per risolverli
  2. prove pratiche a bordo macchina: influenza del punto di iniezione e delle condizioni di stampaggio sull’orientamento molecolare e sull’efficienza delle linee di giunzione.
  3. prove dimensionali su provini precedentemente stampati, per evidenziare la variazione dei ritiri per tutte le condizioni di stampaggio impostate e dopo ricottura.

 

Sono complementari i corsi sulla documentazione tecnica e sul controllo qualità nello stampaggio a iniezione.

 



Condizioni di partecipazione e quota iscrizione