Operational excellence​

Operational Excellence

La gestione delle Operations quale leva di vantaggio competitivo: gli strumenti e le metodologie per reingegnerizzare i processi, massimizzando efficienza, efficacia e controllo.

L’Operational Excellence (intesa come Gestione efficace delle Operations) rappresenta una vera opportunità ed uno strumento competitivo per le imprese manifatturiere, con la ricerca del miglioramento continuo riguardo a tecnologie, processi gestionali e soprattutto competenze delle persone, non escludendo l’opzione più forte, ma anche più pagante nel medio-lungo termine, di ripensare significativamente il proprio processo tecnico-logistico – produttivo per renderlo più snello, veloce e reattivo, quindi senza sprechi e sotto costante controllo.

CESAP, nell’era di Industria 4.0, ha pensato di coniugare l’applicazione rigorosa delle principali metodologie del World Class Manufacturing (WCM)   con l’utilizzo efficace delle nuove tecnologie derivanti dalla Digital Transformation, elaborando il metodo Digital DMAIC, filo conduttore delle attività e dei programmi svolti il  Plastics Smart Hub 4.0,  il più avanzato ed attrezzato centro di formazione tecnica e tecnologica oggi operativo  in Italia nel settore dei polimeri.

Il  WCM rappresenta notoriamente  l’evoluzione e l’integrazione di metodologie e di logiche sviluppate dagli anni ’50 agli anni ‘80, come Lean Manufacturing (Produzione snella), JIT (Just in Time), QRM (Quick Response Manufacturing), TPM (Total Productive Maintenance), TQM (Total Quality Management) e Six Sigma, a cui si aggiunge un’ attenta valutazione delle perdite e degli sprechi, ai fini di una progettualità coerentemente prioritizzata e finalizzata (Cost Deployment). 

Le attività dei team sono orientate alla realizzazione di progetti Kaizen con l’obiettivo di azzerare le perdite e le loro cause attraverso un miglioramento continuo fondato sul rinnovamento a piccoli passi.

Fondamentali in questo percorso

  • la capacità di porre la risorsa umana quale  motore del cambiamento(“Le risorse umane sono qualcosa al di sopra di ogni misurazione. Le capacità di queste risorse possono estendersi illimitatamente quando ogni persona comincia a pensare” – Taichi Ohno) e non come un problema (Perché tutte le volte che ho bisogno di un paio di braccia mi ritrovo attaccato anche un cervello? – Henry Ford),
  • il considerare il cliente e i suoi bisogni individuali come la ragion d’essere dell’impresa (non come ‘male necessario’), la tensione al miglioramento come situazione stabile dell’organizzazione e non come fatto contingente.

In questa logica,  la   metodologia Digital DMAIC  elaborata da Cesap punta a   coniugare

  • Il miglioramento della efficienza produttiva-qualitativa  anche attraverso l’ ottimizzazione dei flussi logistici e un modello efficace di manutenzione preventiva e predittiva
  • la ricerca sistematica dei migliori prezzi di acquisto  per le principali voci di acquisto e il costante controllo/riduzione dei loro consumi,
  • la continua tensione al miglioramento della sostenibilità ambientale  sia dei prodotti che dei processi.

DIGITAL DMAIC: LA METODOLOGIA PER LA FORMAZIONE E LA CONSULENZA SUI TEMI DI INDUSTRIA 4.0

Come declinare  il metodo Define – Measure – Analyze – Improve – Control  coniugando le  più consolidate tecnologie di trasformazione delle materie plastiche con  gli innovativi strumenti della Digital Transformation.




Scarica la brochure del corso
Accedi o Registrati al nostro sito per poter visionare i contenuti dei nostri corsi.




Iscrizione corsi a calendario











    Overlay Image