Eventi

IL PROCESSO DI ESTRUSIONE: CORSO APPROFONDITO

Il corso intende fornire le nozioni avanzate del processo di estrusione, dall’analisi dell’impianto alle fasi e variabili principali del processo, oltre a una panoramica sui materiali e sulle caratteristiche principali da considerare per poterli impiegare nel processo di estrusione.

DESTINATARI

Tecnici di progettazione, assicuratori qualità, operatori impianto che siano già in possesso delle conoscenze essenziali del processo di estrusione.

PROGRAMMA DELL’ATTIVITÀ FORMATIVA

1. Struttura e classificazione dei polimeri
2. Cristallinità e transizioni termiche
3. Come descrivere la viscosità dei polimeri e come misurarla
4. Viscosità di taglio, shear rate, shear stress
5. Forma della curva di viscosità e reologia pratica
6. Indice di viscosità (Melt Flow Index); differenze tra MFI e “curva di viscosità”
7. Reometri, loro funzionamento e loro utilità pratica
8. Come confrontare differenti polimeri dal punto di vista della “processabilità”
9. Cosa è la viscosità estensionale e quando è importante
10. Rigonfiamento dell’estruso, sharkskin e instabilità
11. Viscoelasticità ed effetti viscoelastici nei polimeri
12. Zone dell’estrusore e fasi del processo di estrusione
13. Punto di lavoro testa-estrusore
14. Influenza della geometria, del materiale e delle condizioni di processo
15. Tipi di estrusore e tipi di teste
16. Rilevazione sistematica dei dati essenziali del processo di estrusione
17. Classificazione sistematica dei difetti riscontrabili in fase di estrusione e nei manufatti ottenuti
18. Problemi di portata e di instabilità delle condizioni di esercizio
19. Problemi estetici e funzionali del prodotto

Sono presenti nel catalogo corsi specialistici indirizzati agli operatori dei reparti di estrusione e ai tecnici per approfondire le problematiche dell’estrusore monovite e bivite.

Il corso è acquistabile anche all’interno del pacchetto “processo di estrusione” che comprende i corsi: base, approfondito e analisi/simulazione software.



Condizioni di partecipazione e quota iscrizione

LE PRINCIPALI PROVE DI LABORATORIO E L’INTERPRETAZIONE DEI RISULTATI

Il corso ha l’obiettivo di approfondire le principali metodologie di caratterizzazione in laboratorio dei materiali polimerici, allo scopo di acquisire tutte le informazioni utili per ottimizzare la scelta e il corretto utilizzo degli stessi nella varie applicazioni industriali. Le dimostrazioni pratiche sono accompagnate dall’illustrazione di importanti cenni sulle norme tecniche internazionali di riferimento e riservano ampio spazio all’interpretazione dei risultati riscontrati.

DESTINATARI

 

Il corso è rivolto sia a tecnici di laboratorio per prove sui materiali, che al personale dedicato alla assicurazione qualità e/o alla ricerca e sviluppo.

PROGRAMMA DELL’ATTIVITÀ FORMATIVA

Primo giorno

  1. Prove reologiche: Cenni alla struttura e alle proprietà dei materiali polimerici; determinazione del Melt Flow Index (grado): apparecchiatura e modalità di prova; Interpretazione dei valori di fluidità; Nuove possibilità di misura: la densità, dati reologici, stabilità termica; La curva reologica di un polimero, sua definizione, misura e significato; Dipendenza della curva reologica dalla struttura del materiale
  2. Prove termiche: Determinazione della temperatura di rammollimento Vicat e di flessione sotto carico HDT: apparecchiatura e modalità di prova; interpretazione e utilizzo dei dati ottenuti con le prove termiche

Secondo giorno

  1. Prove meccaniche: Prove di trazione e flessione: apparecchiatura e modalità di prova; Tipologia di curve carico – allungamento, lo snervamento e la rottura; La misura del modulo elastico e del modulo elastico secante
  2. Prove di resistenza all’urto: Urto Charpy e Izod: apparecchiatura e modalità di prova; Valutazione dei risultati relativi alle prove di urto; Confronto tra norma ISO e norma ASTM per la prova di resistenza all’urto Izod
  3. Prova di durezza: Durezza Shore A e D: apparecchiatura e modalità di prova
  4. Prove pratiche: Indice di fluidità, trazione, flessione, urto, durezza Shore effettuate in laboratorio su materiali rappresentativi, commentate e interpretate durante e dopo la loro esecuzione.

ORARI DEL CORSO

Dalle 9.00 alle 17.00.

Si precisa che i primi 10 minuti del corso saranno dedicati alla presentazione del corso, dei partecipanti e del Centro.



Condizioni di partecipazione e quota iscrizione

APPROFONDIMENTI SULLE TECNICHE IR E DSC

Approfondimento sulle tecniche di caratterizzazione ed analisi più utilizzate per i polimeri, (Spettroscopia infrarossa FT-IR e Calorimetria a scansione differenziale DSC), loro complementarietà e prova pratica di laboratorio.

DESTINATARI

Il corso è rivolto a personale tecnico e chiunque sia interessato ad approfondire le proprie conoscenze in merito a queste prove di laboratorio.

PROGRAMMA DELL’ATTIVITÀ FORMATIVA

1. conoscenza del materiale: cenni sulla struttura e sulle proprietà dei polimeri termoplastici
− definizione di macromolecola
− le diverse tipologie di legami chimici e di macromolecole presenti nei polimeri termoplastici
− le fondamentali temperature di transizione termica di un polimero (fusione e transizione vetrosa)
2. spettroscopia infrarossa FT-IR
− principio di prova e strumentazione
− applicazione dell’analisi FT-IR nei polimeri con discussione di esempi pratici
3. calorimetria a scansione differenziale DSC
− principio di prova e strumentazione
− applicazione dell’analisi DSC nei polimeri con discussione di esempi pratici
4. complementarietà delle analisi FT-IR e DSC nell’identificazione di un polimero
− discussione di esempi di analisi di polimeri in cui è necessario eseguire entrambe le analisi per ottenere compiutamente l’informazione desiderata.
Nella giornata di corso è prevista una breve visita al laboratorio prove per una dimostrazione pratica delle analisi descritte in aula.

La lezione prevede una dimostrazione pratica in laboratorio.

Per approfondire Cesap offre il “Corso avanzato sui polimeri” e il corso “Le principali prove di laboratorio e l’interpretazione dei risultati” sulle prove e le analisi dei polimeri.


Condizioni di partecipazione e quota iscrizione